Tutorial: come realizzare un fiore in feltro ad ago – Laurence Aguerre

da Annalisa Chelli - 8 gennaio 2018
Annalisa Chelli

Annalisa Chelli

Community Manager at DHGshop
Sicily and Tuscany are in my blood. Travelling, movies, music, and art are the things I enjoy the most. I love whales, tattoos, the sea, Africa, good food, big smiles, Picasso, ‘The Master and Margarita’, and ‘Marriage Italian Style’. I believe in Charles Darwin and in the proverbs my grandmother said.
Annalisa Chelli

Latest posts by Annalisa Chelli (see all)

Laurence Aguerre è una fiber artist dai risvolti delicati. Ho incontrato per la prima volta lei e i suoi fiori, che sembrano di zucchero filato, nel 2016. Quasi per caso, sul web. Le sue creazioni realizzate con la tecnica del feltro ad ago catturarono subito la mia attenzione. Volevo saperne di più e allora le proposi un’intervista.
Il primo passo era stato fatto. Il secondo sarebbe stato quello di proporle un tutorial che mostrasse ai nostri lettori come riesce a far sbocciare dalle sue dita fiori leggerissimi, fiabeschi. E così è stato. Laurence ha accettato la mia proposta e, grazie alla sua generosità, potete cimentarvi anche voi nella realizzazione di queste soft sculpture davvero uniche nel loro genere.

Laurence adora la tecnica del feltro ad ago soprattutto perché le regala due importanti possibilità: lavorare con estrema precisione sui particolari dell’oggetto da realizzare e utilizzare le fibre come dei colori ad olio. Proprio come se l’ago fosse un pennello.

Prima di lasciarvi al tutorial su come realizzare un fiore con la tecnica del feltro ad ago, vi lascio al pensiero di Laurence su cosa sia una creazione. Direttamente dalle sue parole.

Grazie Laurence, questo tutorial mi piace da morire e sono sicura che piacerà anche ai nostri amici.

“Ritengo che il successo di una opera sia il risultato di una idea + una tecnica + un materiale bello e appropriato. Se uno di questi elementi non è corretto allora il progetto non avrà successo. Io passo molto tempo cercando e selezionando i miei materiali. Questa è una parte molto importante del mio processo creativo. Amo lavorare con i materiali di DHG perché le fibre sono di grande qualità e varietà, cosi come la gamma di colori offerta è cosi incredibile, cosi delicata, che risulta impossibile non trovare il giusto tono di colore che si sta cercando. Mischia e gioca con le fibre e i colori e soprattutto goditi questo momento creativo!”  

Materiali
Lana merino extra fine
: col. Bianco Naturale, Cipria, Ombretto, Clorofilla (10 gr di ognuno)
Lana merino cardata extra finecol. Caipirinha (un ciuffo)
Lana maori cardata: col. Cipria (un ciuffo)
Cascami di seta sari: col. Conchiglia, Bianco Naturale, Caipirinha (un ciuffo)
Filo di rame 0,2 mm – 80 cm
15 perline di vetro 2 mm
Filo di ferro rivestito da 1 mm – 30 cm per ogni gambo

Attrezzi
Ago per infeltrimento
Tappetino di gomma piuma
Acqua calda
Sapone

Tutorial: Come realizzare un fiore con la tecnica del feltro ad ago

Preparate 4 strati di lana merino extra fine di colore bianco naturale, delle dimensioni di circa 15cm, incrociando la direzione delle fibre ad ogni strato.

Mettete tutto sul tappetino di gommapiuma. Infeltrite la superficie con gli aghi, poi girate la superficie e bucherellate l’altro lato. Ripetete l’operazione girando il materiale diverse volte finchè non avrete ottenuto un buon spessore (tra 1 e 2mm).

Manipolate il feltro con le mani e battetelo finchè i buchi degli aghi siano spariti e le fibre siano schiacciate.

Posate la sagoma del petalo sul feltro e passate col gesso intorno ad essa per tre volte.

In ogni petalo aggiungete un po’ di lana maori cardata di colore Cipria ed utilizzate la tecnica del feltro ad ago.

Poi aggiungete un po’ di cascami di seta sari col. Cipria. Continuate ad infeltrire ad ago.

Per finire aggiungete un po’ di lana merino extra fine cardata col. Caipirinha alla base del petalo. Infeltrite ad ago.

Aggiungendo piccole quantità di lana cardata avrete la possibilità di fare ogni singolo petalo leggermente diverso uno dall’altro, cosa che accade anche in natura.

Tagliate i tre petali secondo il disegno.

Per dare forma ai petali: afferrate il centro del petalo con entrambi i pollici ed indici. Fate pressione con i pollici sul feltro mentre allargate delicatamente verso l’esterno, cosi che il petalo prenda una forma concava.

Sovrappore i petali uno sopra l’altro e infeltrite la parte bassa dei tre petali, così che siano uniti insieme.

Preparate il pistillo intrecciando un sottile filo di rame con le perline di vetro come da disegno.

Tagliate un pezzo di filo di ferro rivestito lungo 30cm, per fare lo stelo del fiore.

Mettete lo stelo ed il pistillo sul fondo dei tre petali già uniti insieme e mettete una goccia di colla. Chiudete i tre petali ed infeltrite ad ago alla base degli stessi per terminare il fiore. Se lo ritenete necessario, aggiungete un po’ di lana merino extra fine cardata col. Caipirinha e infeltrite ad ago.

Completate dando ai petali la forma che più vi piace con le dita.

Boccioli

Prendete un pezzo di 10cm di lana merino extra fine, arrotolatelo e mettetelo nel palmo della mano sinistra. Bagnate la lana in acqua calda tenendola nel palmo della mano. E poi metteteci sopra un po’ di sapone con la dita dell’altra mano. Finché la lana sarà diventata una pallina ben rigida.

Lo scopo non è quello di ottenere una sfera perfetta, anzi una pallina con qualche frattura è perfetta per lavorare un bocciolo ;).

Fatelo asciugare.

Prendete un ciuffo di cascami di seta sari di colore simile o in contrasto, e infilateli nelle fessure del bocciolo con l’ago da infeltrimento. Pungete più volte nelle fessure per fissare le fibre, ma allo stesso tempo fate in modo di dare un’idea che si aprano liberamente.

Tagliate un pezzo di 30cm di filo di ferro rivestito per fare il gambo.

Fate un buco alla base del bocciolo con un ago grosso e incollate il gambo con una goccia di colla.

Preparate alcuni boccioli di colori simili.

Unite a vostro piacere i fiori con i boccioli e godetevi la composizione che avete creato.

I fiori sono finiti. Poesia pura.

Ringraziamo Yfna per la bottiglia di porcellana.

Related Post

Scrivi un commento