Tops di viscosa: Nina Demidova ne svela i segreti per un infeltrimento 10 e lode

da Nina Demidova - 16 luglio 2018

La viscosa è un materiale che si abbina benissimo alla lana. In Russia sempre più persone scelgono di inserire la viscosa nei progetti di feltro perché questa fibra rende il feltro più elastico, diminuisce il peeling e crea degli interessanti effetti decorativi sulla superficie.

La quantità di viscosa da usare in un progetto di feltro può essere minima o considerevole (fino a  60-70%). Quando si sceglie di utilizzare  tanta  viscosa il capo finito acquisisce nuove proprietà rimanendo allo stesso tempo resistente e fine, il drappeggio è più facile da ottenere e il risultato finale si sgualcisce meno (se parliamo di capi di abbigliamento e accessori), mantenendo inalterate  altre proprietà del capo in feltro.

Per questo motivo sono stata molto felice di aiutare DHG nello sviluppo della loro collezione di tops di viscosa. Era un articolo di cui non potevano più fare a meno!

Tops di viscosa: i segreti per lavorarlo al meglio e creare decorazioni meravigliose

Oggi vi voglio mostrare come realizzare gli strati di viscosa per decorare i lavori in feltro. Seguitemi step by step e iniziate a sperimentare subito. Vedrete quanto sarà facile ottenere risultati sorprendenti!

Materiali
Extrafine merino wool tops 16 micron (o prefeltro) 2 colori, circa 80 grammi per colore
Tops di viscosa 4 colori, circa 110 grammi in tutto.
Io ho scelto Passione, Foglia, Miele e Calendula.

Accessori
Sapone
Bacinella
Pompetta da infeltrimento
Rullo per infeltrimento
Asciugamani
Forbici
Righello
Pluriball
Rete da zanzariera
Appretto spray

Per il progetto userò il prefeltro di due colori realizzato da me usando quattro strati di lana merinos. Le misure del prefeltro sono 90х260 cm, peso 110 grammi. Voi potete usare anche del prefeltro industriale o potete stendere semplicemente la lana e strofinare un po’ finché non acquisisce un minimo di stabilità.

prefeltro - tutorial

Per le decorazioni userò chiaramente il tops di viscosa DHG in quattro colori – per un totale di 110 grammi.

tops di viscosa

Vi farò vedere due metodi per realizzare gli strati di viscosa così potrete scegliere quello che vi piace di più. Dividiamo il tops in due parti per ottenere un nastro più sottile, questo aiuterà a stendere la viscosa in modo più uniforme. Come noterete, la viscosa, ha un grande pregio: non ha elettricità statica e quindi si stende velocemente e in modo uniforme. Una caratteristica davvero apprezzabile.

tops di viscosa - tutorial

Cominciamo a distendere la viscosa. Io lavoro con i pezzi di 50х50 cm e il pluriball.

CONSIGLIO: posizionate il pluriball con le bolle verso l’alto, in questo modo sarà più facile successivamente separare il foglio di viscosa dal pluriball.

nina demidova - tutorial

Il pezzo consiste in 2 strati: uno verticale e uno orizzontale. Non ha importanza da quale cominciate.
Considerate che per questo strato ho usato solo 10 grammi di viscosa.

nina demidova - tutorial feltro ad acqua

Adesso bagnate bene questo strato con l’aiuto della pompetta.

tops di viscosa - infeltrimento

Coprite il semilavorato con il secondo pezzo di pluriball e distribuite bene l’acqua. Il semilavorato deve bagnarsi completamente. Poi togliete il pluriball.

tops di viscosa - progetto stola

Per fissare la viscosa potete utilizzare l’amido. Potete preparare da voi la colla d’amido (facendola semplicemente bollire) oppure potete comprare l’amido liquido (appretto). Io in genere utilizzo quest’ultimo.

Coprite la viscosa con uno strato di amido.

nina demidova - tutorial feltro di viscosa

Quindi bagnate ulteriormente il foglio realizzato dopodiché, senza dividerlo dal pluriball, mettetelo ad asciugare in un luogo adatto per far sgocciolare l’acqua.

nina demidova - tutorial feltro di viscosa

Il secondo metodo per realizzare un foglio in pura viscosa è usare il semplice sapone per infeltrimento. Vediamo come. Stendete il secondo strato di viscosa e bagnatelo con l’acqua. Successivamente copritelo con della rete da zanzariera e strofinate il tutto con il sapone. Più sapone usate più resistente sarà il pezzo quando sarà asciutto.

nina demidova - regole d'oro per infeltrire viscosa

CONSIGLIO: quando avete finito di far sgocciolare l’acqua e il semilavorato è ancora umido, trasferitelo sull’asciugamano senza aspettare che la viscosa si asciughi e si attacchi al pluriball. Diversamente sarà molto difficile staccare un pezzo così fine dalla superficie del pluriball senza che si rompa. Potete far asciugare il pezzo sul termosifone, sullo stendino o semplicemente sul tavolo con l’asciugamano.

nina demidova - togliere pluriball

Una volta che i fogli di viscosa sono totalmente asciutti potete proseguire. È importante notare che i fogli realizzati con l’amido sembrano più resistenti. Prima di tagliare questi fogli dobbiamo passare sopra il ferro da stiro, così da distendere perfettamente le fibre e rendere più facile il taglio. Attenzione: non stirate la viscosa mentre è ancora umida perché le fibre si attaccherebbero al ferro e rovinerebbero la struttura. Se avete necessità di usare il ferro per velocizzare l’asciugatura della viscosa allora coprite le fibre  con un tessuto.

tutorial feltro ad acqua

Cominciamo a ritagliare i fogli in fibra di viscosa per creare le nostre decorazioni. Possono essere petali, foglie, figure geometriche o astratte. Non fate disegni troppo piccoli perché durante l’infeltrimento si possono deformare o addirittura sparire del tutto. La viscosa lavorata così finemente potrebbe infatti lasciare soltanto dei lievi segni sul progetto finale (e qualche volta è proprio quello che serve!). È quindi essenziale fare un campione prima di realizzare il progetto così da adeguare lo spessore del foglio di viscosa a seconda dell’effetto finale desiderato.

tutorial feltro ad acqua

Io vi consiglio di tagliare pure i bordi perché durante l’infeltrimento si sciolgono e tendono a dare contorni non nitidi. Ma se vi piace potete anche usare questo effetto di proposito. Queste sono le mie rimanenze. Le userò in qualche altro progetto perché tanto non hanno la data di scadenza!

tutorial - feltro ad acqua - decorazioni

E questi sono i miei elementi decorativi: quadrati e strisce. È molto comodo usare il cutter per ritagliare questi elementi.

tutorial - feltro ad acqua - prefeltro

Come realizzare una sciarpa in lana merino extra fine e decorazioni di viscosa

È arrivato il momento di utilizzare il prefeltro di lana. Cominciate a sistemare gli elementi decorativi sulla superficie.

tutorial - prefeltro di lana

Ora bagnate il vostro lavoro con l’acqua, coprite il tutto con la rete e massaggiate il pezzo finché non ottenete una buona stabilità. Assicuratevi che la viscosa si sia agganciata alla lana.

tutorial - viscosa e lana merino

Arrotolate sul rullo e srotolatelo nuovamente distendendolo sul lato opposto.

tutorial - viscosa e lana merino

Adesso decorate anche l’altro lato procedendo allo stesso modo.

nina demidova - come infeltrire viscosa

A questo punto non rimane che infeltrire il vostro progetto. Arrotolate il tutto sul rullo, copritelo con del pluriball e fissatelo con degli elastici in modo da tenerlo il più fermo possibile. Iniziate a muovere il rullo, fatelo per 100-200 volte, ma ricordatevi di cambiare la direzione.

nina demidova - come infeltrire viscosa e lana merino

Adesso è arrivato il momento di lavorare i bordi.

nina demidova - come infeltrire viscosa e lana merino

Dovete usare bene il rullo così che la superficie del prodotto finale diventi liscia.

nina demidova - arrotolare prefeltro

Sciacquate e asciugate il vostro lavoro, infine stiratelo e godetevi il risultato!

nina demidova - stola in viscosa

nina demidova - tutorial stola in viscosa

Che ve ne pare di questa stola double-face?

Related Post

2 Commenti per Tops di viscosa: Nina Demidova ne svela i segreti per un infeltrimento 10 e lode

  1. Carmela

    Lei è Meravigliosa, Bravissima, Perfetta, Competente.
    Sarebbe bello avere altri tutorial di questa Maestra.
    Grazie

  2. Annalisa Chelli

    Ciao Carmela. Sì, Nina è una vera guru del feltro ad acqua. Ci saranno sicuramente altre occasioni per collaborare con lei. Un caro saluto.

Scrivi un commento