Tessuti dipinti: sfilata nella Cappella dei Magi a Firenze

da Annalisa Chelli - 22 Gennaio 2015

Annalisa Chelli

Community Manager at DHGshop
Sicily and Tuscany are in my blood. Travelling, movies, music, and art are the things I enjoy the most. I love whales, tattoos, the sea, Africa, good food, big smiles, Picasso, ‘The Master and Margarita’, and ‘Marriage Italian Style’. I believe in Charles Darwin and in the proverbs my grandmother said.
Annalisa Chelli

Sfogliando un libro sui tessuti ci siamo imbattuti in una curiosa notizia che vogliamo condividere sul nostro blog. Faremo prima una piccola digressione per contestualizzare l’accaduto e gustarci al meglio questa chicca storica.

Lorenzo De’ Medici detto Il Magnifico

Lorenzo il Magnifico TessutiLa famiglia Medici è stata una delle casate più note d’ Europa, protagonista indiscussa della Storia fiorentina e italiana dal XV al XVIII secolo. La sua considerevole ricchezza derivò inizialmente dalla proprietà di manifatture laniere che seppero amministrare con abilità fuori dal comune. L’immensa notorietà della dinastia però, che giunge intatta fino ai giorni nostri, scaturisce soprattutto dallo sconfinato interesse per le Arti, la Cultura e la Scienza. I Medici furono mercanti di tessuti, statisti, scrittori, Papi e Principi. Incubarono infatti il primo embrione di quello strabiliante e probabilmente irripetibile periodo storico che va sotto il nome di Rinascimento. Le botteghe d’arte si moltiplicarono, le innovazioni tecnologiche sbocciarono come  fiori a Primavera.

Numerosi esponenti di questa casa regnante compongono l’ideale libro dei personaggi rinascimentali più famosi ma l’Oscar va senza ombra di dubbio a Lorenzo il Magnifico, autentico Principe dell’Umanesimo e sincera espressione vivente della Filosofia Aristotelica secondo cui la ricchezza e il potere personali devono essere messi a disposizione della propria comunità,  devono creare splendida  magnificenza attraverso le Arti poiché la bellezza educa e rende gli Uomini migliori.

Medici e mecenatismo

I Medici e il mecenatismo sono il rovescio della stessa medaglia. La loro Corte patrocinò il talento di pittori, architetti, filosofi, scultori quali Sandro Botticelli, il Pollaiolo, Giuliano da San Gallo, Marsilio Ficino e Andrea del Verrocchio solo per citarne alcuni. Le loro opere impreziosirono sia le abitazioni private che la città di Firenze, trasformandola nella culla del Rinascimento. I Principi di Firenze, che non abbandonarono mai i propri doveri imprenditoriali, erano imbattibili nel coniugare affari e mondo dell’arte, guadagni ed elargizioni, commercio e impegno civile.

Tessuti da mostrare

Tessuti dipinti

Esempio chiarificatore del loro modus operandi e anche approdo alla notizia di cui abbiamo fatto cenno all’inizio, è la Cappella dei Magi. Stimato ciclo di affreschi e capolavoro di Benozzo Gozzoli accolto al piano nobile Palazzo Medici Riccardi di Firenze. Realizzato nel 1459 illustra la Cavalcata dei Magi ma in realtà immortala un corteo composto da politici e personalità importanti che nell’aprile del 1459 giunse a Firenze dandole lustro. Abbiamo a disposizione un’ulteriore lettura di questa opera.  Infatti, fonti certe, ci fanno sapere che particolare attenzione da parte di Benozzo Gozzoli doveva essere data al disegno dei tessuti indossati dai protagonisti. Questo perché i Medici, che possedevano opifici tessili dove producevano preziose stoffe apprezzate in tutta Europa, ambivano quasi certamente ad esporre in questo affresco la loro produzione tessile. Una raffinata e preziosa rappresentazione pittorica come invito alla preghiera ma anche come catalogo commerciale da mostrare agli illustri ospiti di casa Medici. Puro marketing d’avanguardia al servizio dei tessuti Quattrocenteschi.

Noi siamo stupiti da cotanto genio,  e voi? Mentre ci pensate, perché non vi fate un giro fra i tessuti DHG?

Se ti è piaciuto questo articolo, potrebbe interessarti anche Tessuti…è ora di saperne di più!

Related Post

Scrivi un commento