Maria Friese Residency – Feltro Jazz

da Annalisa Chelli - 14 marzo 2017
Annalisa Chelli

Annalisa Chelli

Community Manager at DHGshop
Sicily and Tuscany are in my blood. Travelling, movies, music, and art are the things I enjoy the most. I love whales, tattoos, the sea, Africa, good food, big smiles, Picasso, ‘The Master and Margarita’, and ‘Marriage Italian Style’. I believe in Charles Darwin and in the proverbs my grandmother said.
Annalisa Chelli

Maria Friese in DHG

Da moltissimo tempo stavamo accarezzando l’idea di offrire una residency ad artisti che cercassero uno spazio in cui lavorare a un progetto speciale. E la persona che ha reso questo possibile è una fiber artist che tutti noi di DHG amiamo moltissimo, Maria Friese.  Una donna dall’anima delicata ma allo stesso tempo robusta. Anima che si riflette in tutte le sue creazioni.

Maria Friese realizza un'opera in feltro

Maria Friese posiziona la lana

Un piccolo sogno che diventa realtà

Anche Maria Friese, da un po’, stava sognando  di trovare un posto ideale in cui dare libero sfogo alla sua creatività. Ed è questa sincronia d’intenti  che ha dato il via a questa esaltante esperienza!  Trascorrere una settimana con lei, osservarla a lavoro, ascoltarla, condividere pranzi e cene. Abbracciarsi, salutarsi con un arrivederci e non con un addio. Tutto è stato ancora più bello di quanto si potesse immaginare. Perché il tempo impiegato a conoscere una persona è il tempo meglio speso. E lo scambio emotivo che c’è stato con Maria è stato davvero bello. Profondo. Abbiamo parlato tanto, tantissimo e riso anche di più. Non avremmo potuto chiedere altro da questa esperienza.

Friese dettagli opera feltro

Ritrova la tua voce

Ma arriviamo alla parte più squisitamente creativa. Maria Friese, durante la sua residency in DHG, ha iniziato un progetto interessantissimo. Un’opera estremamente complessa, realizzata con lana merino extra fine e prefeltro, che racconta di sé. Del suo nuovo approccio olistico della vita. Del suo bisogno di (ri)trovare la propria voce all’interno di un mondo spesso disattento e chiassoso. Di un mondo che non presta attenzione a ciò che hai da dire. E’ un progetto iniziato in residency ma che troverà la sua completezza un giorno. Più in là. Maria Friese infatti non sa ancora come e quando sarà finito. Forse farà parte di una performance, chissà. Perché stavolta Maria Friese lavora al suo progetto con una sola certezza: il risultato si farà chiaro inaspettatamente, quando sarà maturo. Proprio come per un’improvvisazione jazz, Maria Friese, sa da dove è partita ma non sa dove approderà. Questo lavoro è uno di qui casi in cui non è in gioco solo il pezzo finale ma il viaggio emozionale per ottenerlo. E noi tutti, qui in DHG, siamo così felici di aver tenuto a battesimo il suo primo passo in questa sua nuova esperienza di conoscenza del sé.

Friese particolare opera feltro

Lascio la chiusa di questo articolo alle parole di Maria. Che esprimono tutta la quantità di bene in circolo durante quella settimana!

Sapevo che DHG era per me il luogo ideale in cui lavorare. Un’atmosfera bella e familiare, persone meravigliose in una bella città e un grande spazio in cui creare.

friese e la sua creatura in feltro

Questo è il suo sito ufficiale: https://www.mariafriese.com/

E se tu che stai leggendo sei interessato a una residency  da noi, legata al mondo della fiber art, non devi far altro che scriverci ed esporci il tuo progetto: annalisa@dyeinghousegallery.com

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti essere interessato anche quello sul Prefeltro DHG: Un colpo di fulmine

Related Post

Scrivi un commento