Feltro: Gudrun Geyer in mostra a Pittsburgh

da Edoardo Del Lucchese - 27 giugno 2016

Gudrun Geyer. Le sue opere/indumento in feltro a Pittsburgh!

Oggi vi presentiamo l’artista Gudrun Bartenberger – Geyer, una donna che ha saputo fare del suo talento un lavoro. La sua ultima opera “The Caged Body” sarà presente alla mostra Fiberart International 2016.

Opere in feltro di Gudrun Geyer

La mostra, dopo tre anni, è tornata alla luce della ribalta in Pittsburgh e sarà disponibile per un periodo che andrà dal 6 maggio 2016 al 21 agosto. A giudicare le opere presenti vi è una giuria composta da Chungie Lee, Arturo Alonzo Sandoval e Tali Weinberg.

Passiamo ora a descrivervi l’artista in questione, Gudrun Bartenberger – Geyer. Dopo essersi diplomata con un master in Moda ha preso un’importante decisione, ovvero di aprire una propria sartoria nella capitale dell’Austria, Vienna. Nel solito periodo si è resa protagonista vincendo non uno, ma bensì due premi d’Alta Moda, mentre contemporaneamente ha deciso di creare delle collezioni di borse e scatole per fioristi con materiali tessili di recupero.

Opere in feltro di Gudrun Geyer Opere in feltro di Gudrun Geyer

Con il passare del tempo però è stata catturata dall’idea di come il feltro e il tessuto si formino contemporaneamente, dando vita ad un abito. Quest’ultimo non viene più considerato un mero indumento giornaliero, ma bensì viene visto come una scultura e un’opera artistica che racchiude in sé un significato. In quest’anni si è così dedicata all’obiettivo di unire il feltro al mondo della moda e del design. Il feltro è diventato interessante ed importante per le sue opere, grazie alle opportunità che offre: le possibili combinazioni che si possono creare, il tipo di lavorazione e modellazione del materiale ed infine la sua totale originalità.

Opere in feltro di Gudrun Geyer

Ogni indumento-opera in feltro che Gudrun ha progettato può essere ricollegato ad una storia, dando così a ciascuno il senso di espressione e individualità. Inoltre, l’artista si distingue anche per riuscire a fondere i materiali di riciclo con tessuti vecchi, trasformandoli così in nuovi oggetti.

Il feltro diventa protagonista in ‘The Caged Body’

Opere in feltro di Gudrun Geyer

Torniamo però ora all’opera che sarà presente al Fiberart International 2016. Il nome scelto per l’opera è “The Caged Body” che vuole rappresentare sia la pressione sociale che la pressione derivata dalla voglia di arrivare al successo; include inoltre le crisi esistenziali e tutte le paure che rendono le persone incapaci di sopportare il duro fardello della vita. Il risultato di tutte queste cose si possono individuare nelle malattie moderne come il mal di schiena, la depressione e l’esaurimento nervoso. Gli uomini si ritrovano così imprigionati da questi problemi sia fisici che mentali ed invece di risolvere i problemi alla radice, li trattano in modo superficiale.

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche il pezzo su Ruth Packham.

Related Post

Scrivi un commento