Feltro: ma cos’è?

da Gaia Gualtieri - 16 ottobre 2014

Cos’è il feltro?

Probabilmente molti di voi penseranno che sono impazzita e si chiederanno come mai oggi mi sia messa in testa di spiegare proprio a voi che conoscete e amate tanto il feltro cosa esso sia.
Non sono impazzita e credo sia veramente necessario perché sempre più persone sono affascinate dal feltro (sia quello prodotto artigianalmente sia quello industriale) e ci contattano chiedendoci le informazioni più disparate.
Spesso mi rendo conto che molte domande e dubbi derivano da una totale mancanza di nozioni basilari e allora con questo post spero di poter colmare alcune lacune. Giuro sarò sintetica. Vi darò solo un paio di nozioni di base.

Feltro

L’infeltrimento

La capacità di infeltrire è una delle caratteristiche più salienti delle lane animali. È nota dai tempi antichissimi : alcuni studiosi datano addirittura la prima apparizione di manufatti in feltro intorno al 5.800/5.700 A.C. in Asia Centrale.
L’infeltrimento delle fibre di lana,  sia esso prodotto con tecniche artigianali che industriali, ha luogo a seguito di un’azione meccanica di compressione combinata a calore e umidità oppure tramite agugliatura.
In entrambi i casi ciò che permette l’infeltrimento è la struttura della fibra che presenta sulla sua superficie delle scaglie (visibili al microscopio) che durante la follatura (che è il processo di infeltrimento) scivolando le une sulle altre si  “agganciano”  saldamente dando vita ad una superficie tessile.

Feltro e lana cotta

Uno dei fraintendimenti più comuni è quello per cui feltro e lana cotta sono più o meno la stessa cosa.  Sarò antipatica ma vi prego… BASTA!!! Sono prodotti strutturalmente diversi.
Il feltro non è un tessuto in quanto non presenta trama e ordito bensì è un “tessuto non tessuto” realizzato lavorando direttamente le fibre.
La lana cotta è un tessile che viene sì realizzato grazie ad un processo di follatura, così come il feltro, ma la struttura alla quale tale procedimento viene applicato è una maglia (realizzata quindi con filati).

So che queste per molti potrebbero sembrare informazioni troppo tecniche e noiose. Credo però che sia importante avere un minimo di conoscenza che ci aiuti a scegliere i materiali più adatti per realizzare specifici prodotti.
Almeno qualche pillola permettetemela orsù!
In uno dei prossimi post magari vi sorbirete anche la spiegazione su lana cardata e lana pettinata. NO non sono la stessa cosa e NO non esiste la lana cardata pettinata, o è cardata o è pettinata!

Se ti è piaciuto questo articolo, potrebbe interessarti anche Come realizzare un perfetto nuno feltro.

Related Post

2 Commenti per Feltro: ma cos’è?

  1. Claudia

    Grazie mille per questa spiegazione! Effettivamente la maggior parte delle persone pensa che si tratti della stessa cosa ma evidentemente non è cosí. Ma ė difficile farlo capire a tutti. Anche sulla rete si leggono spesso delle informazioni sbagliate. Da feltraia divento matta quando leggo di “lavori in feltro” che poi si rivelano oggetti creati con il pannolencio… Bene anche l’idea di spiegare la differenza fra lana cardata e lana pettinata, grazie per averci pensato! Feltrosi saluti dalla Svizzera. Claudia

  2. Gaia Gualtieri

    Grazie Claudia! Felici che il pezzo sia risultato utile…Se ha suggerimenti per altri post ce li faccia sapere!

Scrivi un commento