Come realizzare un perfetto nuno feltro

da Gaia Gualtieri - 23 Novembre 2013

Gaia Gualtieri

CEO at DHGshop
CEO of DHG DyeingHouseGallery
Gaia Gualtieri

Come realizzare un perfetto nuno feltro

Uno degli aspetti che mi affascina di più della tecnica del nuno feltro è che non ci sono ricette o regole fisse. Ognuno è libero di sperimentare e mettere a punto gli accorgimenti e le soluzioni con i quali si trova più a suo agio. Anche i consigli che sto per darvi sono dunque assolutamente soggettivi in quanto si basano su osservazioni e problematiche sorte durante la mia personale esperienza e sperimentazione.
Spero tuttavia li troverete utili.

nuno feltro

A lezione da Gaia Girard

Cominciamo! Per ottenere un nuno feltro di qualità scegliete accuratamente i tessuti con cui lavorare a seconda del progetto che volete intraprendere. I tessuti che funzionano meglio sono leggeri e a trama larga.

Per DHG ne ho testati molti ed ecco le mie annotazioni:

  • chiffon 3.5:

    è una seta molto leggera a trama larga che permette di ottenere un tessuto sottile, liscio, luminoso ed omogeneo, dando compattezza al lavoro senza aggiungere tridimensionalità. È ideale per accessori e capi d’abbigliamento morbidi ed impalpabili, quali sciarpe, vestiti e giacche estive.

  • chiffon 6:

    garantisce gli stessi vantaggi dello chiffon 3.5, aggiungendo però pesantezza al tessuto. Ideale per sciarpe, e capi di abbigliamento di mezza stagione o invernali.

  • voile 70% cotone- 30% seta:

    conferisce alla stoffa la pesantezza del cotone, pur mantenendo la lucentezza della seta. È ottimo per accessori moda quali sciarpe, borse e cappelli, e capi d’abbigliamento invernali. Si ottinene un effetto più “arricciato” rispetto a quello ttenuto con i tessuti di pura seta.

  • crepe voile di viscosa:

    la viscosa, detta anche seta artificiale, conferisce la stessa morbidezza dei tessuti naturali e si adatta molto bene alla tecnica del nuno feltro dando al tessuto compattezza e tridimensionalità. Ideale per accessori e capi d’abbigliamento invernali, accessori per la casa quali cuscini, runner o arazzi.

  • etamine:

    è una lana pettinata leggera con una compattezza simile alla viscosa ma con un effetto più “grezzo” ed opaco. Ottimo per cappotti, giacche invernali, borse, cappelli ed accessori per la casa.

  • garza:

    è un tessuto di pura lana a trama molto larga, il che lo rende ideale da infeltrire. L’effetto finale è alquanto “rustico”, pur essendo molto leggero.

Fate sempre un campione prima di iniziare un progetto di nuno feltro

È un modo veloce ed efficace per testare nuovi tessuti, accostamenti e soluzioni. È inoltre fondamentale per calcolare il fattore di restringimento, oltre ad essere un ottimo strumento di riferimento futuro.

  • Prendete tutto il tempo necessario per stendere la fibra di lana merino extrafine nel modo più uniforme possibile. Per ottenere un nuno feltro omogeneo, leggero e compatto è preferibile procedere con più strati sottili, stesi perpendicolarmente uno all’altro.
  • È molto importante usare acqua tiepida nelle fasi iniziali di lavorazione. Con acqua calda la lana s’infeltrirebbe troppo velocemente e non avrebbe il tempo di inglobare il tessuto. Solo una volta che la fibra si sarà fatta strada attraverso trama e ordito si potrà usare acqua calda per accelerare il processo d’infeltrimento.
  • Cercate di muovere il meno possibile il tessuto quando iniziate a massaggiare il lavoro in modo da non interferire con il processo di feltratura (durante il quale la lana migra attraverso la trama e si aggancia a entrambi i lati della stoffa). L’obiettivo è quello di permettere alle fibre di distendersi e di farsi strada attraverso la trama del tessuto per  poi iniziare ad inglobarlo.
    Per questo motivo consiglio di disporre il tessuto sul tavolo e di stendere la lana sopra di esso. Nella tecnica del nuno feltro è preferibile esercitare una pressione leggera nella prima fase dell’infeltrimento al fine di non separare la lana dal tessuto.

Mi pare di avervi detto proprio tutto. Il resto dovrà essere semplicemente frutto della vostra fantasia e creatività.

Buon nuno feltro!

Se ti è piaciuto questo articolo, potrebbe interessarti anche Video tutorial per il nuno feltro con Gaia Girard

Related Post

21 Commenti per Come realizzare un perfetto nuno feltro

  1. Video Tutorial per il Nuno Feltro con Gaia Girard - Dyeing House GalleryDyeing House Gallery

    […] TIPS & TRICKS per realizzare un perfetto nunofeltro – Gaia Girard condivide con noi alcuni suggerimenti per eseguire un nuno feltro senza errori. […]

  2. Видео Урок по Нуно-войлоку с Gaia Gerard - Dyeing House GalleryDyeing House Gallery

    […] […]

  3. Yvonnne

    Grazie x i preziosi consigli

  4. Gaia Gualtieri

    Prego! 🙂

  5. Gaia tiene dei corsi sul nuno feltro?

    Volevo sapere se tiene dei corsi sul nuno feltro

  6. Gaia Gualtieri

    Buongiorno.
    Gaia è una insegnante indipendente quindi se vuole avere informazioni sui suoi corsi deve rivolgersi direttamente a lei.
    Noi come DHG facciamo corsi di nuno feltro ogni anno. Per avere informazioni su questi corsi basta iscriversi alla nostra newsletter. In questo modo verrà avvisata sui corsi che proponiamo, sui nostri materiali e sulle promozioni in corso. Per iscriversi basta che vada sul nostro sito http://www.dhgshop.it.
    Mi faccia sapere se occorre altro.

  7. Yvonne

    Ciao grazie x i consigli..si può usare viscosa soo viscosa ho div sciarpe in viscosa… Grazie Salutoni da Mallorca

  8. Gaia Gualtieri

    Buongiorno Yvonne,
    il nuno feltro è possibile realizzarlo su qualsiasi tipo di tessuto a patto che questo abbia una trama larga che permetta alle fibre di lana (o a qualsiasi altra lana animale come cashmere, cammello ecc) di aggrapparsi al momento dell’infeltrimento.
    Chiaramente se il tessuto ha una composizione in lana o misto lana tenderà a infeltrirsi anch’esso. Se invece è realizzato con fibre vegetali (cotone, lino ecc) o sintetiche non infeltrirà assolutamente ma tenderà solo a chiudersi in corrispondenza delle decorazioni in lana.
    Chiaramente l’effetto estetico finale sarà notevolmente diverso da tessuto a tessuto quindi le consigliamo di fare delle prove su dei piccoli campioni prima di procedere alla realizzazione di capi o di pezzi di grandi dimensioni.

  9. yvonne

    Grazie mille buone feste ..oggi ho provato su Cashmere
    Non capisco xrche nn aderisce bene..pur lavorando con acqua e sapone x molto.. .riprovo domani..grazie

  10. Gaia Gualtieri

    Buongiorno Yvonne.
    Ci dispiace lei stia incontrando dei problemi. Purtroppo senza vedere i materiali dal vivo non possiamo fare altro che rifarci alla teoria della tecnica per la quale il cashmere infeltrisce senza problemi. Magari ci vuole solo un tempo di lavorazione più lungo…
    Ci faccia sapere se riesce.

  11. Yvonne Venturelli

    Ho provato 2 volte su cashmire…niente da fare…la lAna e la stessa Merino. ..che ho usato x fare le sciarpe a mia nipote…penso che quello che mi hanno venduto x cashmire sia metà sintetico..l’ho lavorato veramente a lungo…2 ore forse di più. Niente si stacca interamente…la prima volta ho fatto 2 strati ..ora 1 …niente di niente si stacca quasi intero..grazie un saluto

  12. Gaia Gualtieri

    Gentile Yvonne,
    può darsi che il tessuto di cashmere che ha comprato abbia qualche trattamento anti infeltrimento. Sui tessuti pregiati spesso viene fatto…
    Forse dovrebbe chiedere questo chiarimento. Se fosse così con quel tessuto non riuscirà a fare nuno feltro anche se lo lavora 10 ore.

  13. Fosca

    Buongiorno vorrei un consiglio per favore: come si fa a non far arricciato la seta quando applico è infeltrito la lana sopra una stola in seta? Devo arricciare un po’ la seta prima di applicare la lana o che altro? Grazie per la vostra solita gentilezza. Fosca

  14. Gaia Gualtieri

    Buonasera Fosca. Per seta “arricciata” intende dire che la seta vicina alle aree coperte di lana tende a fare delle leggere pieghe, non è più completamente liscia?

  15. fosca

    si esatto. guardando molte foto di grandi foulard in seta con “applicazioni” di lana come fiori ed altro oppure solo i bordi ricoperti, non vedo grinze,

  16. Gaia Gualtieri

    Innanzitutto senza vedere le foto che lei vede è difficile dare un feedback accurato. Tuttavia più che dalla lavorazione direi dipenda anche e soprattutto dal tessuto usato. Se il tessuto è particolarmente leggero (come una chiffon 3.5 ad esempio) la lana infeltrendo e inglobando il tessuto lo farà verosimilmente increspare di più rispetto a quanto farà con un tessuto più pesante e fermo. Questa almeno è la nostra esperienza.
    Tra l’altro i tessuti possono avere anche applicazioni di lana lavorate ad ago e non solo con la tecnica ad acqua e anche questo può dare delle differenze perché spesso l’infeltrimento ad ago è più facilmente “controllabile”.
    Rimangono poi tutte le incognite rispetto al suo modo di lavorare e che noi in remoto non possiamo chiaramente verificare/correggere pertanto possiamo limitarci solo a spiegarle la parte teorica della lavorazione ignorando però se la lavorazione venga effettivamente svolta nel modo più appropriato. Lei ha mai fatto corsi di infeltrimento?

  17. Fosca

    intanto grazie mille per le info. I materiali usati sono chiffon 3.5 e 6 con la merino acquistati da dhg. non ho mai seguito corsi sono un’ autodidatta seguendo tutorial dhg, i suoi ed altri. Sinceramente a Roma non saprei neanche dove eventualmente effettuano corsi di questo genere. Comunque intanto sicuramente usero’ maggiormente lo chiffon 6 . Grazie ancora

  18. Gaia Gualtieri

    Buongiorno Fosca. Capisco.
    Solo a scanso di equivoci vorrei chiarire che io non sono Gaia GIRARD che è l’insegnante dei tutorial che vede all’opera in alcuni video di DHG. Lei parla di “miei” tutorial ma io non ne ho mai realizzati. Io sono un commericale DHG.
    Detto questo, a Roma vengono fatti corsi di vari livelli. Le consiglio tra gli altri quelli realizzati da http://www.feltrocreativo.com.
    Cecilia e Carla sono nostre clienti di lunga data e sono molto esperte.

  19. Fosca

    grazie mille per la gentilezza. Li contattero’ sicuramente

  20. Mariangela Bellini

    Salve, ho avuto l’opportunità di vedere alcune sciarpe realizzate con questa tecnica nuno feltro, sono fantastiche e mi piacerebbe poterla provare, l’unica cosa che vorrei sapere dove si acquista quel tipo di lana merino, grazie infinite per la risposta e buon lavoro a tutte

  21. Gaia Gualtieri

    Buonasera Mariangela.
    Sì la tecnica sul nuno feltro è davvero molto bella. Tessuti e fibre sono disponibili nel nostro negozio online http://www.dhgshop.it e sopno gli stessi di cui parla Gaia Girard in questo post.
    Ci faccia sapere se le occorrono maggiori info.

Scrivi un commento